Come illuminare il controsoffitto in cartongesso

  • Prodotti

Adottare un'appropriata illuminazione del controsoffitto in cartongesso permette di rendere più accoglienti gli ambienti domestici sia nelle ore diurne che serali.

L'illuminazione di una stanza deve anzitutto tenere conto delle esigenze dell’ambiente in questione. Ad esempio, la camera da letto ha bisogno di una adeguata illuminazione in direzione del comodino e delle aree degli armadi con le quali si interagisce; per il resto va bene una luce tenue che non stimoli troppo l’attenzione e non disturbi il sonno.


Lampadine a luce calda che illuminano senza risultare abbaglianti sono ideali per generare un’atmosfera calma e rilassante, mentre le lampade a luce fredda contribuiscono a tenere alta l’attenzione e sono indicate per la zona lavabo, trucco e la vasca.

In cucina serve un’illuminazione non aggressiva ma concentrata sulle aree dove dobbiamo porre particolare attenzione. In salotto la luce si deve focalizzare sulla TV o sull’area pranzo.

Esistono molteplici soluzioni per illuminare adeguatamente un controsoffitto: faretti ad incasso, profili lineari, e scegliendo fonti luminose a LED sappiamo che garantiscono un buon risparmio di consumi elettrici senza che ciò vada a incidere sulla qualità dell’illuminazione.


Controsoffitto: come ottenere una luce diffusa con i faretti a incasso

I faretti da incasso per controsoffitti si inseriscono facilmente nel supporto e si mescolano facilmente con il materiale della superficie. In questo modo il faretto non salta all’occhio e l’illuminazione che esso sprigiona viene valorizzata.

Esistono modelli di faretti da incasso di varie forme: rotondi, quadrati, rettangolari e altre ancora. I faretti da incasso da 15 mm sono indicati per camere da letto, soggiorni, corridoi. Si tratta di un sistema di illuminazione brevettato ed esclusivo 9010, unico modello sul mercato installabile in soli 15 mm di spazio nel controsoffitto, in grado di rispondere perfettamente alle esigenze di illuminazione discreta ma efficace e la soluzione ideale per le situazioni di limitato spazio, in ristrutturazioni e simili situazioni.

I faretti sono sistemi pratici ed eleganti per assicurare una corretta illuminazione degli ambienti domestici, ma bisogna tenere conto che non tutti i modelli sono uguali. Possono essere prodotti in materiali diversi e avere varie forme e dimensioni.

Come disporre i faretti LED nel controsoffitto?

I faretti LED sono soluzioni ottimali per illuminare la casa: producono una luce intensa molto superiore a quella dei vecchi modelli alogeni, durano più a lungo e a fronte di consumi minori, ed esaltano la nitidezza dei colori.

Per quanto riguarda la disposizione dei faretti, la distanza tra essi e le pareti dovrebbe essere pari almeno a un terzo dell’altezza del locale in questione. In genere si opta per inserire almeno tre faretti per parete, ma ovviamente questo dato può dipendere dalla potenza del faretto, dall’estetica della stanza, o dal tipo di luce che si vuole creare.

I faretti rettangolari si possono disporre in modo lineare seguendo le linee architettoniche dell’ambiente, servendosene al limite per creare forme più complesse. La disposizione geometrica dei faretti aiuta invece a stimolare la percezione di forme ricercate e suggestive volte a catturare lo sguardo.

Ovviamente anche il tipo di parete in questione fa la differenza: nel caso delle pareti a specchio, ad esempio, occorre scegliere una data disposizione in modo che non compaiano punti di discontinuità tra i vari faretti. In questo modo potremo attuare un giusto connubio tra luci e ombre in modo da generare un effetto attraente sugli ambienti illuminati.

I faretti si possono distribuire secondo diversi schemi secondo:

  • griglie semplici, regolari e sfasate;

  • griglie dalla stessa forma e intensità (per produrre un effetto basilare a equilibrato);

  • griglie di dimensioni diverse, che si possono combinare tra loro in modo da creare gruppi alternati per coprire tutte le aree da illuminare.

Illuminazione indiretta nel controsoffitto con i profili a LED

L’illuminazione indiretta permette di illuminare gli ambienti in maniera riflessa ma ugualmente omogenea e piacevole, risolvendo il problema delle ombre. In questo modo è possibile creare una illuminazione ottimale per zone living, camere da letto e cucine, contribuendo al risparmio energetico dell’abitazione grazie all’efficienza dei LED moderni.

I profili a LED permettono di generare questo tipo di illuminazione, rendendo confortevoli e accoglienti soggiorni e zone living. Angolari, ad incasso, a soffitto, i profili realizzati da 9010 hanno anche un design a scomparsa, che oltre a integrarsi facilmente in qualsiasi tipologia di controsoffitto, possono essere anche dimmerabili, se dotati di driver. Con questa tipologia di illuminazione, gli arredi vengono posti in risalto e le stanze appaiono ancora più ampie e accoglienti.

Perché scegliere un’illuminazione a LED per il controsoffitto

L’illuminazione del controsoffitto in cartongesso permette di rendere gli ambienti domestici più accoglienti e piacevoli anche nelle ore serali, favorendo il relax e i momenti di svago.

L’illuminazione del controsoffitto con i LED è una strategia per illuminare gli ambienti in maniera versatile e appagante.

Inoltre, le luci a LED sono disponibili in diverse temperature e colori, puoi scegliere tra luce calda, fredda e neutra. La sostenibilità è un altro punto a favore: le luci a LED consumano poco, durano più a lungo rispetto alle lampadine tradizionali e non si surriscaldano.

9010 è a tua disposizione per fornirti faretti di classe adatti alle tue esigenze. Da oltre 50 anni produciamo sistemi di illuminazione innovativi con un occhio di riguardo per la tradizione e l’ambiente.